People #21 Dean Morrison.

di romacomenewyork

Dean Morrison è uno cui non piace mettere il suo nome ovunque, non ci tiene, infatti ne usa un altro. Dal quale risulta che gli piaccia Kerouac, e anche i Doors. È uno che sembra schivo, e forse lo è, ma solo perché non crede di avere sempre cose interessanti da dire, gli piace ascoltare. O forse perché è fondamentalmente timido. È uno che nella vita fa tutt’altro e nel tempo rimanente lavora per Radio Bombay, così risolve pure il problema del tempo libero. Dean Morrison da sempre scrive delle inutili cose sue a causa di un’inguaribile incontinenza mentale, che queste cose gli diventano troppo grandi in testa e così le versa sui fogli. Ogni tanto le spaccia nel web, così può annoiare anche degli sconosciuti e l’idea gli piace. Non è bravo a parlare di sé e per Heroes ha usato il vecchio stratagemma di farlo in terza persona. La sintesi è una tra le tanti doti che non gli appartengono, ma qui si sta sforzando.

Radio Bombay è la figlia di Lukaos e lui ha fatto il bravo genitore quando c’era da cambiare i pannolini. Io l’ho conosciuta che stava iniziando le scuole medie e mi ci sono affezionato subito. Adesso è un’adolescente, e per questo fresca, irrequieta e grande sognatrice, per fortuna. Cresce a vista d’occhio e lo fa secondo i saldi principi della buona musica e della passione. Come non esserne orgogliosi. Radio Bombay sa cosa vuole fare da grande e, anche se non se ne accorge, sta già iniziando a farlo. Noi , però, la conserveremo sempre come una ragazza, una bella ragazza. Di signore di mezz’età imbolsite e con sotto il trucco niente ce ne sono già troppe.