People #36 Alessandra Torrice.

di romacomenewyork

 

 

Questa è Alessandra, unghiarola testaccina (come lei stessa si definisce), fiera neo laureata in Semiotica a 30 anni tondi tondi. Da dieci anni si occupa di ricostruzione unghie e da sette studia. Alessandra sfrutta quello che lei chiama “il tempo della crisi” oltre che facendo unghie per sopravvivere come meglio può, facendo mille progetti per il futuro anche – confessa- per non cedere alla voglia di cambiare città, paese e per alimentare la sua presunta (come lei stessa si è diagnosticata) sindrome di Peter Pan.
Mentre cento ne pensa, ne fa una: si crea dei fan! Di fatto ha carisma e sensibilità, è attenta e conquista le persone grazie al suo essere semplice e complessa allo stesso tempo e facendo dell’ironia su tutto in primis su se stessa. La sua non è solo una tattica per godere di successo assicurato una volta che concretizzerà i suoi numerosi progetti (ammesso che li concretizzerà- come lei stessa dice con falsa modestia) bensì anche un modo per indagare attraverso il confronto con gli altri sul comportamento delle persone (cosa dalla quale è fortemente attratta) e su se stessa; questo, sostiene, “mi rende ricca”.