Non c’è vita, esiste soltanto la guerra.

di romacomenewyork

Qualcuno verrà ucciso. Qualcuno è già stato ucciso: la scena underground dicono i Nokeys. Loro hanno deciso di diventare una band ON the ground. Con i piedi per terra. Cancellati gli “Eyes Of Riot” tinti di nero, la formazione torna più cattiva e seducente che mai per presentare -face to face- con questa anteprima live il nuovo disco: “Cold War”, già anticipato dal tagliente singolo “Envy”. E’ un live set dove la darkwave cinge ammiccamenti funky tipici di certo post-punk che viene rielaborato per vie inedite dalla batteria del Bonzo, dalla chitarra di Mr. Luv. I soli pezzi appartenenti al passato ad essere eseguiti sono ‘Pretty Girl’ e ‘White Noise’. Si lascia posto a brani che come ‘Nuclear’ pulsano tachicardici nelle vene. Il concerto profetizza un album dove l’organismo della formazione diviene potente e violenta commozione simile all’abbraccio tra la voce di Rico e quella di Simone Hellvis degli Spiritual Front. I due si fondono tra i tatuaggi per rivisitare il neofolk di “I Walk the (dead) line”.

Indieforbunnies per Heroes
continua a leggere